In Ambiente, Gestione rifiuti, MUD

MUD 2018: Pubblicato il D.P.C.M sulla Gazzetta Ufficiale

(il decreto sopracitato è consultabile tramite questo link della Gazzetta Ufficiale: GU Serie Generale n.303 del 30-12-2017 – Suppl. Ordinario n. 64

Con il DPCM del 28 dicembre 2017 è stato approvato il Modello Unico di Dichiarezione Ambientale (MUD) per l’intero anno 2018.

Il MUD è il modello che viene utilizzato per realizzare la dichiarazione annuale sui rifiuti prodotti e gestiti dalle organizzazioni. Questo adempimento è un mezzo per immagazzinare ed elaborare i dati su tutti i rifiuti raccolti dai Comuni e prodotti dalle imprese. Permette inoltre di avere una visione completa sulla movimentazione, sul trattamento ed infine sullo smaltimento o riclo di essi.

Nel decreto sono presenti i moduli da utilizzare e le relative istruzioni per la compilazione. La modulistica del nuovo MUD è suddivisa in diverse sezioni:

  • Comunicazione Rifiuti
  • Comunicazione Imballaggi
  • Comunicazione Rifiuti Urbani
  • Comunicazione Veicoli Fuori Uso
  • Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche
  • Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

Restano invariati i soggetti obbligati ed il termine di presentazione della dichiarazione che deve avvenire per via telematica entro il 30 aprile di ogni anno; ovviamente i dati da fornire devono essere in riferimento all’anno precedente.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (link a inizio news) è integrato da 4 allegati:

  • Allegato 1 – Articolazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD)
  • Allegato 2 – Moduli: Scheda Anagrafica semplificata – Scheda Rifiuti semplificata
  • Allegato 3 – Moduli: Sezione Anagrafica – Comunicazione Rifiuti
  • Allegato 4 – Indicazioni per la presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) via telematica

Start typing and press Enter to search